top of page

Conferenza tra imprese cinesi e italiane del distretto di Qiantang di Hangzhou si è tenuta a Milano

24/4/21

Il forum tra imprese cinesi e italiane del distretto di Qiantang (Nuovo) di Hangzhou è stato con successo tenuto presso la Camera di Commercio Italo-Cinese in Italia. Geng Xiewei, Consigliere Commerciale del Consolato Generale Cinese a Milano, e Jin Chengtao, Segretario del Comitato del Distretto di Qiantang (Nuovo) del Partito Comunista Cinese di Hangzhou, hanno partecipato all'evento e hanno tenuto discorsi.

Il 21 aprile 2024, la conferenza tra imprese cinesi e italiane del distretto di Qiantang di Hangzhou si è svolta con successo presso Camera di Commercio Cinese in Italia. Geng Xiewei, Consigliere Commerciale del Consolato Generale Cinese a Milano, e Jin Chengtao, Segretario del Comitato del Distretto di Qiantang di Hangzhou, hanno partecipato all'evento e hanno tenuto discorsi. Il direttore generale di General Technology Italy, Yan Dong, il direttore generale della filiale di Milano della Banca Industriale e Commerciale Cinese, Cheng Xuan, il presidente di Milan Huaxia Group, Zhou Xiaoyan, e altri rappresentanti di aziende italiane hanno partecipato alla conferenza. Il segretario generale della Camera di Commercio Cinese in Italia, Fan Xianwei, ha presieduto la conferenza.

Il consigliere Geng Xiewei ha dato un caloroso benvenuto alla delegazione guidata dal segretario del distretto di Qiantang, Jin Chengtao. Ha sottolineato il forte desiderio di collaborazione tra il distretto di Qiantang e la città di Milano, che indica un legame stretto nella cooperazione economica e commerciale tra le due città. Negli ultimi anni, il meccanismo di cooperazione sino-italiana è stato continuamente perfezionato, soprattutto la visita del Ministro del Commercio Wang Wentao questo mese ha dato nuovo slancio alla cooperazione. Si concentreranno sulle opportunità di cooperazione nei settori degli investimenti, dell'alimentazione, del commercio elettronico e dei prodotti farmaceutici, in linea con il 20º anniversario della partnership strategica tra Cina e Italia, al fine di costruire nuove piattaforme e ottenere risultati concreti. Il consolato generale cinese a Milano darà pieno supporto e augura al segretario Jin Chengtao e alla sua delegazione un grande successo nella loro visita in Italia, auspicando maggiori successi futuri.

Il segretario Jin Chengtao ha evidenziato la lunga storia di cooperazione tra il distretto di Qiantang e la Camera di Commercio Cinese in Italia e le imprese italiane, in particolare dopo l'istituzione del Centro di Innovazione Industriale Cina-Europa. Il distretto di Qiantang, guidato dall'industria, è il primo distretto nuovo provinciale della provincia di Zhejiang, con ampio spazio industriale e comoda accessibilità grazie alla vicinanza con l'Aeroporto Internazionale di Xiaoshan. Le industrie principali includono la produzione di automobili e attrezzature, la biomedicina, i circuiti integrati, i nuovi materiali e l'industria aerospaziale emergente. Il distretto di Qiantang ha una ricca risorsa di talenti, con 14 istituti di istruzione superiore che attraggono ogni anno numerosi talenti. Inoltre, è una zona economica orientata all'estero, con l'unica zona franca integrata di Hangzhou e un'area della Zona di Libero Scambio Nazionale, che ospita numerose imprese a capitale estero. Settantotto progetti di aziende della lista Fortune 500 hanno investito qui, e sette delle dieci principali aziende farmaceutiche hanno progetti qui. Il segretario Jin Chengtao ha affermato che, con il supporto del Consolato Generale Cinese a Milano e della Camera di Commercio Cinese in Italia, il distretto di Qiantang collaborerà per creare canali di entrata e uscita di capitale aziendale più aperti, promuovere lo sviluppo dell'economia reale, aumentare gli scambi commerciali esteri, attrarre più imprese di servizi a capitale estero e realizzare uno sviluppo win-win.

Durante la conferenza, è stato firmato un memorandum d'intesa tra il Centro di Innovazione Industriale Cina-Europa del distretto di Qiantang e diverse aziende italiane, per promuovere ulteriormente lo scambio e la cooperazione economica tra i due paesi.

bottom of page